Locandina Music...
Locandina Musica e Poesia Locandina Musica e Poesia

Le mie poesie e i racconti contenuti nel libretto "La valigetta di Bepi" sono stati valorizzati dai ragazzi della scuola di Musica di Grantorto che hanno suonato al pianoforte e dalla lettura espressiva della sig.ra Claudia. In questa cornice è  stato presentato un quadro a olio di mia sorella Ermida.

Quadro presenta...
Quadro presentato allo Zecchinelli Quadro presentato allo Zecchinelli

Un grazie alla presentatrice Loredana Mariga e all'Assessorato alla Cultura del Comune di Grantorto.

Musica e Poesia
Musica e Poesia Musica e Poesia
Musica e Poesia
Musica e Poesia Musica e Poesia
Musica e Poesia
Musica e Poesia Musica e Poesia
Musica e Poesia
Musica e Poesia Musica e Poesia
Musica e Poesia
Musica e Poesia Musica e Poesia

La poesia è stata recitata il 4 settembre 2021 in occasione di una mostra di pittura organizzata dal Gruppo creativo Dilettantarte, presso Villa Borromeo a San Giorgio in Brenta di Fontaniva

Un bocciolo di ...
Un bocciolo di rosa Un bocciolo di rosa
Un bocciolo di ...
Un bocciolo di rosa Un bocciolo di rosa
Un bocciolo di ...
Un bocciolo di rosa Un bocciolo di rosa

In quel giardino

dominato dalle foglie di acanto

è apparso un bocciolo di rosa:

con vigore si è innalzato

tra il fogliame invadente

finché ha occupato un posto di luce.

Perchè il bocciolo di rosa

è forza e determinazione

che sa imporre la regola

laddove il groviglio ha tutto pervaso.

E come un faro

il bocciolo di rosa illumina

il concerto di mani mentre sta ricreando

nel giardino nuovo spazio liberandolo

dal verde intenso delle foglie d’acanto.

Il bocciolo di rosa è la tenacia

che spalanca la via all’armonia dei colori

prestando la sua veste alla forza

che alberga nel cuore della donna.

È la forza della generosità

che infonde coraggio,

è la forza dell’amore

che sa costruire e ricostruire,

che cuce e rammenda gli strappi improvvisi

portati dagli urli di vento,

che sa cementare il collante

nel giardino dell’animo umano.

 
La valigetta di...
La valigetta di Bepi La valigetta di Bepi
La valigetta di...
La valigetta di Bepi La valigetta di Bepi
La valigetta di...
La valigetta di Bepi La valigetta di Bepi
La valigetta di...
La valigetta di Bepi La valigetta di Bepi
"La valigetta di Bepi" è acquistabile sul sito ibs.it la Feltrinelli
 
Copertina e disegni di Ermida Simioni
 

Il valore della memoria apre e traccia i nostri percorsi di vita. Il ricordare rende le nostre esistenze uniche, ci permette di conoscere la nostra provenienza, ci guida a ricomporre l’immaginario delle situazioni di cui veniamo a conoscenza dandoci la possibilità di parteciparvi con le nostre richieste di curiosità.

È proprio grazie alla memoria che è nato questo libro che dedico a Bepi, il mio caro papà, classe 1916.

È stato proprio Bepi a raccontarmi le storie di cui lui stesso è stato protagonista da giovane e le sue narrazioni mi hanno sempre coinvolto quasi a sentirmi partecipe dei suoi vissuti che, nella mia mente di bambina, mi apparivano avventurosi.

Era bellissimo ascoltare Bepi che narrava, mi ha regalato l’interesse per i ricordi; per questo ho voluto ricomporli prestando la mia penna alla sua voce per essere riconoscente di quanto mi ha donato.

A legare il filo della memoria è una valigetta di legno costruita dallo zio Luigi e poi passata al mio papà. È sempre stata presente nella mia famiglia, seppure per troppi anni abbandonata sopra una cassapanca in un angolo del portico.

Un giorno, dopo qualche anno che il papà era mancato, io e mia sorella Ermida abbiamo deciso che quella valigetta doveva essere recuperata e valorizzata con un restauro, nonché messa al riparo dalle intemperie.

Questa valigetta mi ha sempre affascinato perché ne ha fatta di strada, è andata e tornata dalla Russia, mio papà l’ha portata sempre con sé anche dopo essere uscito dalla sua famiglia di origine.

Ho immaginato che la valigetta fosse custode delle storie di vita di Bepi e pertanto l’ho innalzata al ruolo di testimone di una narrazione che possa prolungare nel tempo i vissuti del mio caro papà.

Gianna Simioni

 

Informo che "La valigetta di Bepi" è acquistabile sul sito ibs.it la Feltrinelli

Si può trovare al costo di €12,00 anche presso:

 
- Cartolibreria Benetello Franco e Cinzia a Carmignano di brenta
- Libreria Vettori a Cittadella

Presentazione del libro "Petali di poesia e immagini di luce" di Ermida e Gianna Simioni, durante la serata di giovedì19 dicembre 2019 presso la villa Gallaratti Scotti di Fontaniva

 

Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019

Galleria delle foto della serata

Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019
Serata 19 dicem...
Serata 19 dicembre 2019 Serata 19 dicembre 2019

 

La poesia è stata letta all'inaugurazione della mostra di pittura, il 13 febbraio '19 presso il Centro Nicolini di Fontaniva, in  omaggio a Giancarlo Rosiglioni.

 

Omaggio a Gianc...
Omaggio a Giancarlo Rosiglioni Omaggio a Giancarlo Rosiglioni
Omaggio a Gianc...
Omaggio a Giancarlo Rosiglioni Omaggio a Giancarlo Rosiglioni

Lo sguardo di un amico

è luce che dà chiarore al silenzio,

il silenzio delle parole taciute

e note a chi comprende l’intesa.

L’intesa di una mano

che sorregge ponti dalle sponde lontane,

sponde di fiumi tracimanti

di inquiete correnti.

Lo sguardo di un amico

è un fiore spuntato tra i rovi,

un semplice fiore

che innalza la sua umile presenza;

è una luce d’emergenza

quando fulmini e saette

fanno saltare la corrente;

è un archivio prezioso

sempre presente per essere consultato,

sempre disposto a essere incartato.

Lo sguardo di un amico

è la distesa azzurra di un quieto lago

dalla cui riva ammirare

voli intrecciati di uccelli in libertà.

Lo sguardo di un amico

è respiro di libertà.

La poesia è stata letta durante lo spettacolo benefico "Ricordi di un amico e di un bar" presso il teatro Palladio il 2 settembre '17, organizzato dal Gruppo creativo Dilettantarte, con il patrocinio del Comune di Fontaniva, Assessorati Sociale, Cultura e Commercio

Serata "Ricordi...
Serata Serata
Serata "Ricordi...
Serata Serata

Si è srotolato un gomitolo,

un gomitolo di filo,

non si sa di quale colore.

Ne ha fatta di strada questo filo:

è corso liscio in discesa,

si è incagliato negli arbusti,

si è strappato,

rannodato,

nuovamente strappato

e ancora riannodato.

 

Ci è voluta tanta costanza

per non perderlo di vista,

ci è voluto tanto coraggio

per scendere lungo il pendio

e cercare il limite

dove si era arrestata la sua corsa.

 

Si è srotolato un gomitolo:

mani pazienti lo hanno riavvolto,

lo hanno lavato nell’acqua corrente,

i raggi del sole gli hanno ridato colore.

 

E ora che il gomitolo è riavvolto

si è trasformato nella meraviglia

di un discorso sempre aperto,

impreziosito dalle calde parole dell’amicizia

con i suoi giri infiniti, semplici e complicati

che si perdono e si ritrovano

nel cuore di chi non sa mentire.

 

È il cuore sincero di un amico

con cui sedersi a tavola

per rievocare le vecchie imprese

annebbiate dal tempo,

per farsi quattro chiacchiere e una bevuta

e ammettere che non c’è da meravigliarsi

se, in fondo, si è ancora felici.

La poesia è stata letta all'inaugurazione della mostra di pittura "Perle d'Arte" sabato 20 maggio '17 presso il Centro Nicolini di Fontaniva

 

mostra di pittu...
mostra di pittura mostra di pittura
mostra di pittu...
mostra di pittura mostra di pittura
mostra di pittu...
mostra di pittura mostra di pittura
mostra di pittu...
mostra di pittura mostra di pittura

Ho donato una perla:

immutato nel tempo

resterà il suo valore

e il ricordo di un affetto

lascerà il proprio timbro nel cuore.

Una perla è bellezza,

una rara bellezza:

perenne è la sua fioritura

e dalle sue faccette mutevoli

emana luce che spennella

ogni tipo di ombra.

Una perla è la forza

di una parola nel momento

della decisione,

è vento caldo che asciuga

una ferita,

è risata chiassosa che orna

una giornata di vita.

È perla qualsivoglia cosa

si voglia donare

perché la perla è immagine

immortalata di una storia

d’affetto vissuta,

sempre nuova,

sempre fresca,

sempre succosa

come una dolce pesca matura.

La poesia è stata segnalata al Concorso di Altino, edizione 2017

E navigando nei ricordi sono approdata

alla basilica di Sant’Apollinare in Classe.

Rammento di essere entrata

in un giorno feriale,

mentre la luce musiva dell’abside

avvolgeva il mio animo in viaggio

alla conquista di un sito sicuro.

E nella mia mente è ricorrente

l’immagine di una donna,

vista di spalle,

a lavare il pavimento:

una donna semplice,

simbolo di modesta quotidianità,

di serenità accettata,

di equilibrio collaudato

di chi non si arrischia

di avanzare spericolate pretese.

Dono del quadro "Le chiaviche di Camerini" da parte di Ermida Simioni, accompagnato da due mie poesie sul fiume Brenta, per la Sala Consigliare del Comune di Fontaniva (PD), durante la riunione, in sala Nicolini, del Consiglio Comunale il 27/02/2017

Dono al Comune
Dono al Comune Dono al Comune
dono delle poes...
dono delle poesie e del quadro dono delle poesie e del quadro
dono delle poes...
dono delle poesie e del quadro dono delle poesie e del quadro

poesie donate al Comune

La poesia è stata letta durante lo spettacolo benefico per le scuole materne di Fontaniva e San Giorgio in Brenta, presso il teatro Palladio il 18 febbraio '17, organizzato dal Gruppo creativo Dilettantarte, con il patrocinio del Comune di Fontaniva, Assessorati Sociale, Cultura e Commercio

Serata 18 febbr...
Serata 18 febbraio 2017 Serata 18 febbraio 2017

È in viaggio una carrozza:

vaporosi pennacchi

troneggiano sulla testa

di bianchi cavalli,

ornati di finimenti dorati,

mentre una fata

vestita di vento

tiene le redini

seduta in cassetta.

È in viaggio uno scrigno

lucchettato e con ceralacca

sigillato: viene trasportato

per monti, valli e piani.

Vietato tentare di forzarlo:

quello scrigno tiene in serbo

la formula di un mistero!

È il mistero

che, con slancio, ci fa

aprire una finestra,

ci fa scoprire panorami

dagli orizzonti infiniti,

ci fa scorgere calici

di abbondante rugiada.

È il mistero

che ci fa sentire il sussurro

del fruscio delle foglie,

l’odore dell’erba,

il miracolo del canto.

E la fata vestita di vento

è giunta a destinazione:

congeda i bianchi cavalli,

li libera dalla morsa del freno.

È lieve il suo passo

e nell’aprire lo scrigno

danzano le sue mani.

La formula del mistero

è in buone mani.

Sono le buone mani della magia

che sapranno farci trovare

qualche zolletta di zucchero

per farci gustare, sempre e ovunque,

il sapore dolce della felicità.

interrogativi.jpg