È arrivato Achille!

Spaesato, immobile,

un attimo per guardarsi intorno

e con un guizzo improvviso

si è trasformato in saetta:

un turbine vorticoso

di corse e girevolte,

la lama della velocità tagliente sul vento,

la terra divenuta polvere

al suo passaggio.

Dopo si è innalzata

una barriera di artigli

con i gatti in assetto di guerra.

La pazienza del tempo

ha regolato gli spazi,

ha costruito fiducia,

ha condiviso confini,

dapprima tanto temuti,

e ora controllati,

seppure con la dovuta

riserva di diffidenza.

 

pomeriggio_invernaleale.jpg